Bagno al mare: quanto bisogna aspettare dopo mangiato? La risposta dei medici

Da quando siamo bambini ci sentiamo ripetere che non bisogna fare il bagno al mare dopo aver mangiato. Anche se tutti sono d’accordo su questo punto, c’è molta confusione riguardo alla tempistica da rispettare.

Bagno al mare, tutto ciò che dobbiamo sapere

bagno al mare

Secondo Riccardo Ristori, medico del pronto soccorso a Livorno e direttore scientifico della Salvamento Academy il parametro per decidere quando fare il bagno non è determinato dal tempo trascorso dall’ultimo pasto. Secondo l’esperto non bisogna dunque tener conto del tempo trascorso, ma dei segnali che ci invia il nostro corpo. Bisogna entrare in acqua quando il nostro organismo è in condizioni ottimali e non dà alcun segno di sofferenza.

E le famose 3 ore per la digestione?

bagno al mare

Se il nostro fisico è in condizioni di salute, secondo il medico, è perfettamente in grado di stare nell’acqua e completare il fisiologico processo digestivo anche prima delle fatidiche 3 ore. Quanto al nesso annegamento-digestione, sempre secondo l’esperto, le cause sono altre, come per esempio l’incapacità di uscire da una zona di corrente o l’insorgenza di una patologia quale ictus, infarto e convulsione.

E lo shock termico?

bagno al mare

Lo shock termico è una condizione che si verifica quando la temperatura dell’acqua è al di sotto dei 5 gradi. Tuttavia l’acqua dei mari italiani si aggira intorno ai 20-21 gradi.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di carattere generale. Per tanto non devono essere utilizzate ai fini della formulazione di indagini cliniche, della determinazione di un trattamento o della sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire il parere di un medico generico o specialista. L’uso delle informazioni fornite è da intendersi, unicamente, sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

I commenti sono chiusi.