Questo ortaggio risolverà tutti i vostri problemi di salute. Ecco cosa fare

Ebbene sì esiste un ortaggio capace di risolvere tutti i vostri problemi di salute in maniera naturale.

Di quale ortaggio si tratta?

ortaggio

Semplice: della barbabietola! Le barbabietole sono ortaggi estremamente salutari in quanto hanno numerose proprietà medicinali, capaci di offrire sollievo contro vari disturbi e malattie. Inoltre le antocianine, che conferiscono a questo ortaggio il suo tipico colore ross, hanno forti proprietà anticancro. A queste si aggiunge la betaina che è un agente antinfiammatorio naturale amico della salute del nostro cuore. Ma non è finita qui! Le barbabietole sono ricche anche di importanti vitamine e minerali, in particolare di: vitamine B1, B2, B12 e C, rame, magnesio, potassio, ferro, fosforo e iodio.

Ecco le principali proprietà della barbabietola:

  1. Migliora la circolazione del sangue.
  2. Regola i livelli di colesterolo.
  3. Supporta la funzione del fegato.
  4. Combatte l’anemia.
  5. Disintossica il corpo.
  6. Decelera l’invecchiamento.
  7. Protegge i vasi sanguigni.
  8. E’ ricca di antiossidanti, cellulosa e pectina che favoriscono la digestione.
  9. Protegge dalla malattia del fegato grasso.
  10. Aumenta la resistenza durante l’allenamento, quindi è un’ottima alleata degli atleti.

Come cucinare questo ortaggio

Le barbabietole possono essere consumate sia crude che cotte. Quando le cuocete non buttate via le foglie. Inseritele nell’acqua di cottura in modo da arricchire il vostro piatto con una buona dose di potassio. Basti pensare al fatto che con una tazza di foglie di barbabietola otterrete 1200 mg di potassio.

Studi recenti hanno dimostrato che il consumo di alimenti ricchi di potassio riduce il rischio di malattie cardiache e di ictus del 21%.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

Attenzione!!! Questo articolo non rappresenta un consiglio medico in quanto è stato prodotto per uno scopo meramente illustrativo. Pertanto non intende interferire in alcun modo nel rapporto tra medico e paziente.

I commenti sono chiusi.